Adeguamento acustico della Sala Gozzi di Verona per un miglior comfort globale

ELEVA DESIGN ha avuto in incarico l’adeguamento acustico della Sala Gozzi di Verona, nell’ambito del progetto di ristrutturazione della sala, al fine di raggiungere i migliori livelli di comfort acustico dell’ambiente.

AGSM Verona, nel generale progetto di ristrutturazione della sede storica di Verona ha avuto la necessità di rimodernare anche la principale sala conferenze all’ultimo piano dell’edificio. La sala Gozzi è usata dall’Ente per conferenza interne, ma anche da esterni per occasioni significative, dal Consiglio Comunale piuttosto che dall’ Università. Con una così vasta e molteplice platea si avvertiva il bisogno di migliorare l’acustica, adeguare la salubrità di ambienti aperti al pubblico, l’estetica della sala usata per conferenze importanti e come auditorium, e la sicurezza del luogo con standard attualmente richiesti dalle normative vigenti in materia di sicurezza, al fine di migliorare la qualità del comfort globale di chi usufruisce della sala stessa. La qualità dell’acustica di una sala per conferenze, riunioni e lezioni universitarie è un elemento fondamentale nella progettazione di ambienti vivibili e positivi.

Dopo i dovuti sopralluoghi da parte dell’architetto e dei progettisti di Eleva Design e valutate le caratteristiche architettoniche e di utilizzo della sala, è stato sviluppato un progetto volto all’adeguamento acustico e al miglioramento dell’illuminazione della sala attraverso l’installazione di pannelli fonoassorbenti dotati di particolari lamelle che migliorano le doti acustiche e di conseguenza il comfort dell’ambiente esaltandone anche l’estetica.

Per ottimizzare la soluzione ed ottenere il miglior comfort acustico oltre alla fornitura di pannelli fonoassorbenti TOPAKUSTIK®, si è provveduto anche alla sostituzione della moquette in cocco esistente con una finitura in resina colore grigio che è stata posta sulla pavimentazione rendendo l’ambiente più salubre ed esteticamente più elegante e luminoso. L’applicazione di una finitura in resina di colore grigio ha permesso di esaltare il contrasto fra la zona della platea e quella dei relatori, rivestita in legno di faggio, migliorando l’estetica e la qualità complessiva del design della sala.

Vista la possibilità della presenza contemporanea nella sala fino a 100 persone, che dovranno vivere nel massimo benessere, il comfort acustico della sala è stato raggiunto da ELEVA DESIGN con l’inserimento di pannelli Topakustik fonoassorbenti a lamelle, studiati per raggiungere i più elevati livelli di design e qualità del suono, utilizzabili in qualsiasi situazione architettonica e con la massima versatilità di installazione. I pannelli fonoassorbenti si presentano con fresature orizzontali a vista e fori passanti. Il retro è costituito da uno strato di materiale fonoassorbente.

Il progetto di installazione di pannelli fonoassorbenti Topakustik si è basato su uno studio della diffusione del suono finalizzato ad assicurare un’acustica di altissima qualità. Nei progetti di adeguamento acustico di sale conferenze e auditorium è infatti fondamentale effettuare rilievi acustici per la corretta scelta dei materiali fonoassorbenti e della loro disposizione.

In questo progetto i pannelli fonoassorbenti Topakustik sono stati utilizzati nella versione rivestimento murale realizzando una scatola neutra con perfetta integrazione e armonia tra le pareti in Topakustik e il pavimento in resina.
Topakustik è il componente base di infinite soluzioni personalizzate nelle quali l’acustica convive in armonia con l’estetica, il design, la funzionalità, l’organizzazione degli spazi, la durata, la sicurezza e il risparmio energetico.

Il progetto di ristrutturazione della sala Gozzi ha comportato anche lo studio di un sistema di illuminazione che garantisse a tutti gli utilizzatori una visione ottimale, sia con luce naturale che artificiale, oltre ad esaltare esteticamente la struttura semplice e l’effetto “scatola” della sala voluto dall’architetto. La progettazione e la realizzazione dell’impianto di illuminazione ha richiesto uno studio dell’identificazione del numero e del tipo di corpi illuminanti nonché della loro localizzazione al fine di ottenere il comfort visivo ottimale.